Normativa generale per il rilascio e l'uso di abbonamenti



CONTRATTO DI TRASPORTO

 

1. DOMANDA DI ABBONAMENTO E COSTO EMISSIONE TESSERA ABBONATO (PLASTIC-CARD)

Alla consegna della scheda abbonato e contestuale ritiro del tagliando provvisorio o della tessera abbonato MOM definitiva, il richiedente è tenuto al pagamento del costo di emissione e a controllare l’esattezza delle informazioni riportate. Nel caso di erronea emissione del tagliando o della tessera abbonato il Cliente dovrà comunicarlo immediatamente al personale di biglietteria, il quale provvederà alla riemissione corretta senza ulteriori spese. Il tagliando provvisorio vale quale tessera provvisoria e abilita il Cliente ad ottenere esclusivamente il 1° tagliando di rinnovo periodico. Trascorsi 30 giorni dall’emissione del tagliando provvisorio non sarà consentito il rinnovo dei tagliandi periodici, fatto salvo il caso in cui la tessera abbonato definitiva non sia ancora disponibile. In tal caso sarà cura dell’azienda dare disposizioni diverse alla biglietteria. Il Cliente, in mancanza della tessera abbonato definitiva, è tenuto ad esibire al personale di controllo, tale tessera provvisoria, unitamente al tagliando di rinnovo (o scontrino di vendita di cui al successivo punto 4) ed a documento di riconoscimento con foto.

2. TESSERA DI ABBONAMENTO – VALIDITA’ E SCADENZA.

Sulla base dei dati della scheda abbonato, verrà rilasciata la tessera abbonato definitiva che, se non viene consegnata contestualmente alla domanda, verrà inoltrata presso la biglietteria o rivendita abbonamenti dove il richiedente ha presentato domanda. Il ritiro della tessera abbonato dovrà avvenire entro il termine massimo di 30 (trenta) giorni dalla data di presentazione della scheda abbonato. Trascorso tale termine la tessera perderà di efficacia e il Cliente dovrà presentare nuovamente domanda secondo la procedura sopra indicata. La tessera abbonato ha validità tre anni. Alla scadenza della tessera il cliente dovrà presentare nuovamente domanda secondo la procedura di cui sopra per continuare ad utilizzare il servizio. Non è ammessa l’emissione di abbonamenti con tessera scaduta. La tessera abbonato MOM è strettamente personale ed incedibile (fatta eccezione per gli abbonamenti IMPERSONALI); essa è valida, ai fini del viaggio, solo se corredata da tagliando di pagamento valido. La tessera abbonato MOM va validata, all’atto della salita di ogni singola corsa e all’inizio di ogni singola tratta del viaggio per non incorrere nel pagamento dei diritti previsti.

3. COMPILAZIONE DELLA SCHEDA ABBONATO.

3.1 Dati e certificazioni a carico dell’utente: la scheda deve essere corredata di foto tessera recente, va compilata dal richiedente, in ogni sua parte, con particolare riguardo alla certificazione del datore di lavoro (lavoratori dipendenti) o della scuola (studenti fino al compimento del 26° anno di età); viene altresì data la facoltà al Cliente di autocertificare conformemente alla vigente normativa di legge. Il Cliente, oltre a chi ne esercita la patria potestà nel caso del minori, dovrà apporre, la propria firma quale sottoscrizione della scheda abbonato e accettazione della “Normativa generale per il rilascio e l’uso di abbonamenti”. 3.2 Instradamento facoltativo: l’abbonato, per esigenze particolari, può richiedere di usufruire per l’andata di percorso diverso da quello di ritorno; in tal caso è tenuto a indicarlo nella scheda abbonato. Il valore dell’abbonamento verrà calcolato tenendo conto della somma dei percorsi effettuati derivanti dalle tabelle polimetriche delle linee in concessione.

4. RILASCIO TITOLI DI VIAGGIO (ABBONAMENTI).

La richiesta di rinnovo mensile o di altra validità prevista dai vigenti tariffari, dovrà avvenire previa presentazione della tessera abbonato MOM presso qualsiasi biglietteria o rivendita abbonamenti autorizzata. Al Cliente verrà rilasciato un tagliando di pagamento con riportato il codice abbonato, le fermate di partenza e destinazione in relazione agli stazionamenti principali, il periodo di rinnovo e l’importo da corrispondere. Il Cliente è tenuto a verificare l’esatta rispondenza dei dati e valori in quanto non sono previsti rimborsi in caso di errori non subito evidenziati. Il tagliando di pagamento deve essere sempre utilizzato unitamente alla tessera abbonato. La tessera abbonato con relativo tagliando di pagamento sono strettamente personali ed incedibili (fanno eccezione gli abbonamenti IMPERSONALI), conferiscono al titolare gli stessi diritti e doveri dell’utente munito di biglietto di corsa semplice (compresa l’obliterazione del titolo di viaggio). Tutti gli abbonamenti se acquistati a partire dal giorno 20 di ogni mese avranno decorrenza dal 1° giorno del mese successivo, mentre se acquistati fino al giorno 19 avranno decorrenza dal 1° giorno del mese in corso. Si consiglia, nell’interesse del Cliente e per evitare inutili code, di rinnovare i tagliandi i primi giorni utili del mese precedente (dal giorno 20). L’orario di rinnovo degli abbonamenti, presso le biglietterie e rivendite, termina 10 minuti prima dell’orario di chiusura degli esercizi stessi.

5. VALIDITA’ E CARATTERISTICHE ABBONAMENTI.

L’abbonamento è valido solo nel periodo indicato purché l’importo stampato corrisponda a quello in vigore nel periodo di validità indicato. Il tagliando di rinnovo inoltre è valido solamente se accompagnato dalla tessera abbonato. Tutti gli abbonamenti valgono sempre dal primo all’ultimo giorno del periodo (mese o anno) di riferimento. L’abbonamento annuale studenti è valido 12 mesi (dal 1 Settembre al 31 Agosto dell’anno successivo); le corse scolastiche vengono comunque garantite in conformità al calendario scolastico fissato dalla Giunta Regionale.

6. USO DELL’ABBONAMENTO ED OBBLIGO DI ESIBIZIONE/CONVALIDA.

Per viaggiare sui mezzi MOM è necessario avere con sé Tessera Abbonato e tagliando di pagamento validi. Il titolare dell’abbonamento è tenuto a salire a bordo del mezzo dalla porta anteriore e dovrà provvedere a convalidare la tessera abbonato all’inizio di ogni singola corsa e all’inizio di ogni singola tratta del viaggio tramite le apposite obliteratrici. In caso di mancato funzionamento dovrà esibire il proprio documento di viaggio al conducente. Tessera e tagliando di pagamento devono essere esibiti al personale dell’azienda addetto al controllo ed anche al personale di controllo degli enti Pubblici preposti alla sorveglianza del servizio, muniti di apposita autorizzazione rilasciata dalla competente Autorità.

7. VARIAZIONI DATI ABBONAMENTO.

Ogni variazione dei dati rilasciati all’azienda emittente dovrà essere comunicata alla stessa. Tutte le variazioni di residenza, di attività o di altri dati indicati nella scheda abbonato che conseguentemente comportino una qualsiasi modifica a quanto indicato nella tessera abbonato, occorrente all’emissione del tagliando di pagamento, comporta l’immediata nullità della tessera e del tagliando stesso. In tal caso il Cliente è obbligato a presentare una nuova scheda abbonato completata in ogni suo punto e provvedere al pagamento del costo di emissione della tessera.

8. SMARRIMENTO, FURTO O DISTRUZIONE DELL’ABBONAMENTO.

Nessun rimborso avrà luogo in caso di smarrimento, furto o distruzione di tessera abbonato e/o tagliando di pagamento. Per l’emissione di un duplicato, il Cliente deve allegare alla domanda copia della denuncia all’Autorità di Pubblica Sicurezza dell’avvenuto furto oppure autocertificazione in caso di smarrimento e dovrà corrispondere il costo di emissione del duplicato tessera abbonato e/o tagliando di pagamento.

9. CESSAZIONE DELL’USO DELL’ABBONAMENTO.

Al Cliente, in caso di non utilizzo o cessazione d’uso dell’abbonamento, non viene dato alcun diritto a richiedere rimborsi e/o risarcimenti.

10. IRREGOLARITA’ NELL’USO DELL’ABBONAMENTO

10.1 Utente senza abbonamento appresso: il Cliente senza tessera abbonato e/o tagliando di pagamento appresso, è tenuto a munirsi di biglietto valido per la tratta da percorrere. Nel caso in cui il Cliente, a seguito di accertamento a bordo del mezzo da parte del personale di controllo, non sia in grado di esibire il proprio abbonamento o biglietto, allo stesso sarà elevato regolare “Sommario processo verbale”. Il Cliente che abbia rinnovato l’abbonamento prima della data e dell’ora in cui è stata comminata la sanzione (quindi non fosse solo stato in grado di esibirlo) potrà transare la sanzione mediante il pagamento delle spese di procedimento previste dall’Azienda, entro 10 giorni dalla data in cui la sanzione è stata notificata. Trascorso tale termine verrà considerato alla stregua di un normale evasore. Tale norma non è applicabile per gli abbonamenti IMPERSONALI in quanto la dimenticanza verrà trattata alla stregua di un normale evasore.

10.2 Utente sprovvisto di tagliando di rinnovo o con tagliando scaduto: il Cliente che venga trovato a bordo del mezzo sprovvisto di tagliando di pagamento o con tagliando scaduto o comunque con abbonamento non rispondente al servizio usufruito, è considerato alla stregua di un comune evasore tariffario e, come tale, è assoggettato al pagamento della sanzione amministrativa, nonché all’importo del biglietto di corsa semplice, tra il capolinea della linea effettuata dal mezzo e dove dichiara di scendere.

10.3 Irregolarità gravi: Quando a carico di un utente sia rilevata una delle seguenti irregolarità: a) abbonamento utilizzato da persona diversa dal titolare; b) abbonamento alterato nelle indicazioni o manomesso; si procederà all’immediato ritiro degli stessi a norma di legge. L’azienda si riserva di procedere, nei termini di legge, nei confronti dei responsabili dell’illecito sia in sede civile e/o sia in sede penale. Quando un utente si renderà responsabile di: a) episodi di intolleranza o vie di fatto nei confronti del personale aziendale o di altri passeggeri, a bordo dei mezzi o delle autostazioni; b) infrazioni alle norme di viaggio; c) fatti pregiudizievoli d’interessi aziendali; d) danneggiamenti di beni aziendali; e) rifiuto di esibire al personale di controllo documento attestante le proprie generalità o che forniscano generalità false; L’Azienda, in ogni caso, si riserva di procedere nei termini di legge, nei confronti dei responsabili dell’illecito sia in sede civile e/o sia in sede penale.